stampa
  invia
Archivio News
16 marzo 2010
IERI RIUNIONE IN PROVINCIA SU ESPROPRI PER LA VARIANTE DI MARIANO
Si è tenuta ieri sera a Gorizia, nella sede della Provincia, una riunione organizzata da Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. per discutere la bozza di un Protocollo che definisce procedure e metodi per determinare le indennità di esproprio per la realizzazione della variante di Mariano, un'opera fondamentale in grado di risolvere il principale "nodo" della viabilità dell'Isontino.
Alla riunione, oltre ai vertici ed ai tecnici di Fvg Strade, hanno preso parte l'assessore regionale alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi, il Presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta, i sindaci dei Comuni attraversati dalla variante (Mariano del Friuli, Gradisca d'Isonzo e Cormons) e soprattutto i rappresentanti delle associazioni di categoria degli agricoltori.
L'impostazione del Protocollo segue quella di un analogo documento sottoscritto in occasione della trasformazione in autostrada della Villesse-Gorizia. L'esperienza è stata positiva perchè quel Protocollo ha permesso, come è stato sottolineato nel corso della riunione, di agevolare le procedure di esproprio nello spirito della condivisione delle scelte.
"La variante di Mariano - ha ricordato l'assessore Riccardi - costituisce la più importante opera di viabilità ordinaria di tutto l'Isontino, un'opera attesa da almeno trent'anni e condivisa dall'Amministrazione provinciale e da tutti i Comuni isontini, non solo da quelli interessati dall'attraversamento".
La riunione ha quindi permesso di approfondire i diversi aspetti tecnici della bozza di Protocollo e le parti hanno concordato un nuovo incontro a breve per arrivare alla firma.