stampa
  invia
Archivio News
28 giugno 2010
INAUGURATA OGGI LA NUOVA ROTATORIA DI VILLA SANTINA

E' stata inaugurata questa mattina, alla presenza del Presidente della Regione Tondo e dell'Assessore regionale Riccardi, del Presidente di Fvg Strade SpA Giorgio Santuz e del Direttore generale Oriano Turello, dei Sindaci di Villa Santina e Lauco, Polonia e Dionisio, dei Consiglieri regionali Baritussio e Cacitti e del Sen. Vanni Lenna, la nuova rotatoria di Villa Santina, all'incrocio tra le strade verso Passo della Mauria e verso Forni Avoltri e Sappada.
Insieme alle altre rotatorie previste dal piano per la messa in sicurezza della viabilità regionale, predisposto dall'Amministrazione del Friuli Venezia Giulia e da FVG Strade SpA (una cinquantina in totale, di cui 32 vedranno la pubblicazione del relativo bando di gara entro la fine di quest'anno), costituiscono opere vitali per lo snellimento del traffico sia pesante che turistico, utili per dare respiro alle economie locali e per offrire nuovo lavoro ad imprese e manodopera delle costruzioni, come sottolineato dal Presidente Tondo.

''Si mette così in sicurezza il traffico di tre vallate dando in modo funzionale fluidità di marcia ai flussi veicolari diretti e provenienti dalla montagna'', ha osservato il presidente Tondo, che ha voluto ricordare come il Piano di regolazione della viabilità regionale messo a punto con FVG Strade aiuti anche il turismo regionale, sempre più gettonato, in estate ed in inverno, dal turismo dei Paesi del Centro-Est Europa, ''una nostra possibile ricchezza'', ha affermato.
Il Piano, ha aggiunto l'assessore Riccardi, ''sta procedendo speditamente, a conferma che il sistema pubblico, le pubbliche amministrazioni possono essere veloci ed efficienti'': solo nelle ultime settimane, infatti, sono state aperte al traffico, risolvendo alcuni ''punti'' cruciali della viabilità, nuove opere sulla regionale 52 a Forni di Sotto, sulla statale 14 e la bretella della A28 a Caneva (PN). 
La nuova rotatoria di Villa Santina, larga 32 metri, all'incrocio tra la 52 ''Carnica''/via Marconi, la regionale 355 ''della Val Degano''/via Battisti, la provinciale per l'altopiano di Lauco (via Monte Grappa) e la via IV Novembre, i cui lavori erano stati avviati nei primi giorni dello scorso febbraio, risolve uno dei principali ''nodi'' della viabilità in Carnia, in particolare in chiave turistica, sia nei mesi estivi che nella stagione sciistica, dando anche finalmente sbocco al traffico, sin qui molto penalizzato, proveniente da Lauco e dalle sue frazioni e nel contempo regolando i numerosi accessi di proprietà private ed attività commerciali, che erano all'origine di disagi e precarietà ormai da molti anni.