stampa
  invia
Archivio News
5 novembre 2010
INAUGURATO PONTE SUL CIMOLIANA A CLAUT (SR 251)
''Con questo intervento la Regione, con FVG Strade, ha dato un ulteriore contributo alla sicurezza stradale, in particolare della SR 251, che unisce il Friuli Venezia Giulia al Veneto e che costituisce l'unica arteria in grado di collegare la Valcellina alla pianura''.
Lo ha sostenuto l'assessore regionale alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi intervenendo ieri pomeriggio all'apertura del ponte sul torrente Cimoliana nel territorio comunale di Claut. Con Riccardi erano presenti il Presidente di FVG Strade Santuz ed il Direttore generale Turello, insieme ai tecnici della struttura che gestisce le strade regionali, nonché il vicepresidente del Consiglio regionale Maurizio Salvador ed i sindaci della Valle (Andreis, Barcis, Claut, Cimolais, Erto e Casso).
Nell'occasione ed a proposito della percorribilità dell'arteria messa in forse ad ogni maltempo alla confluenza del torrente Varma nel Cellina, Riccardi ha sostenuto che a suo parere ''il problema non si risolve con l'innalzamento della sede stradale. Esso va affrontato nell'emergenza togliendo quanto possibile della ghiaia che innalza il letto dei due torrenti, ma in un'ottica di intervento generale che porti ad una soluzione definitiva. Ovviamente nel rispetto della volontà dei sindaci e della sicurezza dei cittadini''.
La costruzione del ponte sul torrente Cimoliana, sulla SR 251, risale agli anni Trenta. È formato da due archi ribassati di 17,10 metri di luce e rivestiti in conci di muratura in pietra.
Oltre alla ristrutturazione complessiva del manufatto, le necessità di fruizione del ponte hanno indotto all'allargamento della sede stradale portando la larghezza utile transitabile da 5,10 a 7,08 metri. La struttura di nuova costruzione è essenzialmente costituita da una trave a cassone in cemento armato di forma arcuata che segue l'arco esistente ed è incastrata in corrispondenza della pila e delle spalle attraverso un sistema di micropali valvolati.
L'impalcato poggia sopra due nuovi setti murari da 50 centimetri di spessore. Lo spessore finale dell'impalcato è di 35 centimetri e largo 8,40 metri. I lavori hanno avuto inizio nel giugno 2008 e sono stati ultimati il 23 ottobre 2010. L'importo complessivo dei lavori è stato di 970 mila euro.