stampa
  invia
Archivio News
31 marzo 2011
POSATA LA PRIMA PIETRA PER LA VARIANTE DI MARIANO
Definito dall'assessore regionale alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi ''un problema storico della viabilità isontina'', la cosiddetta variante di Mariano, in grado di snellire e di mettere in sicurezza il traffico lungo le strade regionali 56 ''di Gorizia'' e 305 ''di Redipuglia'', sarà realizzata entro i primi mesi del prossimo anno. 
Ieri infatti l'assessore Riccardi, con il presidente di FVG Strade Giorgio Santuz, il presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta ed i sindaci dell'area, ha consegnato ufficialmente i lavori della nuova arteria, che si svilupperà per circa 7 chilometri e mezzo grazie ad un investimento complessivo di 23 milioni di euro. 
''Attesa da molti anni'', come hanno osservato Gherghetta ed il sindaco di Mariano Cristina Visintin, ed ora ai nastri di partenza grazie all'impegno di Regione e FVG Strade ed alla volontà di tutte le Amministrazioni municipali del Goriziano (che all'unanimità hanno ritenuto prioritaria tale infrastruttura), l'opera viene a riutilizzare nella sua porzione più meridionale la vecchia traccia ferroviaria della mai nata Redipuglia-Cormons ed in direzione Udine a riqualificare un tratto della SR 305, da sempre connotato da numerosi incidenti stradali. Secondo i dati statistici forniti da Carabinieri e Polstrada, nel tratto dal ponte sullo Judrio all'incrocio con la regionale 351 a Gradisca, nel periodo 1993-2002 si sono avuti 336 incidenti, con sette morti, a fronte di un traffico di 12-15 mila veicoli al giorno (nei giorni feriali il 10 per cento composto da camion), di cui il 77 per cento nella fascia oraria 8.00-19.00.
''L'avvio dei lavori per il by-pass di Mariano testimonia la convinta volontà di Regione, Provincia e Comuni di concretizzare quest'intervento: una prova di maturità collettiva per far fronte alle necessità delle popolazioni residenti, all'interesse più complessivo di quest'area'', ha sottolineato Riccardi. L'assessore ha poi ricordato che la Regione sta investendo ingenti risorse finanziarie nel campo infrastrutturale della provincia goriziana, ''avvertendo la responsabilità di dover recuperare i gravi ritardi accumulati in anni passati''. Ha aggiunto il Presidente Santuz: "Siamo in ritardo di 30 anni rispetto alle aspettative della gente di questi luoghi, ma finalmente ci siamo: FVG Strade si impegnerà nella realizzazione di un'opera di fondamentale importanza per il territorio, e a dimostrazione dell'attenzione che abbiamo nei confronti di tutti gli utenti regionali, ci siamo ora dotati di otto nuovi automezzi che monitorerano tutta l'area regionale, ma anche del nuovo Servizio H24: per ventiquattr'ore al giorno, infatti ci sarà un tecnico di FVG Strade sempre a disposizione per le necessità che dovessero manifestarsi sulle nostre vie di comunicazione".
30 marzo 2011
SULLE STRADE REGIONALI "SERVITI H24"
Si tratta del nuovo servizio di vigilanza, pronto intervento e sicurezza stradale che Regione Friuli Venezia Giulia e FVG Strade S.p.A. hanno predisposto per intervenire con celerità sulle strade in gestione e che oggi è stato presentato dall'assessore regionale alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi e dai vertici di FVG Strade, il presidente Giorgio Santuz ed il direttore generale Oriano Turello.
''Un servizio per garantire una maggiore sicurezza stradale sui circa 1.000 chilometri di rete (700 di strade regionali e 300 di strade statali d'interesse regionale), operativo 24 ore su 24 tutti i giorni dell'anno e svolto da personale opportunamente formato ed addestrato, dotato di automezzi allestiti specificatamente per assicurare il pronto intervento in condizioni di massima sicurezza'', hanno illustrato Riccardi e Santuz in occasione della posa della prima pietra per la realizzazione della ''variante di Mariano''.
In una prima fase sperimentale, con otto furgoni attrezzati ed una quindicina di operatori, il Servizio H24 verrà attivato lungo le strade regionali e statali delle province di Trieste e Gorizia e nella Bassa Friulana, con particolare attenzione alle arterie caratterizzate da flussi di traffico più intensi come la statale 14 ''della Venezia Giulia'' e le regionali 56 ''di Gorizia'', 252 ''di Palmanova'' e 354 ''di Lignano'';  in casi di emergenza il Servizio sarà comunque in grado di raggiungere anche altri punti critici della viabilità regionale a supporto del personale già dislocato.
Obiettivi prioritari del nuovo servizio - è stato affermato - la gestione delle emergenze viabili, quali incidenti e code, l'intervento in caso di sinistri, la collaborazione con le forze di polizia ''per una FVG Strade - hanno rilevato Riccardi e Santuz - che si ammoderna, cresce e si prepara a divenire una grande società di gestione stradale''.
22 marzo 2011
RIAPERTA LUNEDI' 21 MARZO LA SS 52 DA FORNI DI SOPRA A LORENZAGO (PASSO MAURIA)
FVG Strade S.p.A. comunica che è stata riaperta ieri alla circolazione la strada statale a gestione regionale n. 52 ''Carnica'', interrotta ai primi di marzo per il cedimento di un muro di sostegno della carreggiata (al Km 62+250) verso il passo della Mauria, tra Forni di Sopra e Lorenzago, in Veneto.
''Nonostante le pessime condizioni meteo della scorsa settimana, i lavori di ripristino sono andati avanti, anche durante le ore notturne - ha sottolineato l'assessore regionale alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi - e la strada è nuovamente praticabile dalle ore 12.00 di lunedì, seppure a senso unico alternato, venendo così incontro alle necessità di spostamento in particolare di lavoratori e studenti''. ''Grazie all'impegno degli addetti dell'impresa chiamata da FVG Strade a riparare il cedimento - ha osservato Riccardi - siamo così riusciti a minimizzare l'impatto sulle comunità dell'Alto Tagliamento, molto penalizzate dalla chiusura dell'arteria''.
La circolazione è stata quindi ripristinata 24 ore su 24, a senso unico alternato; permane comunque, per ragioni di sicurezza, il divieto di transito ai mezzi a pieno carico superiori alle 3,5 tonnellate non adibiti al trasporto di persone. 
Per ultimare i lavori saranno infatti necessari tempi più lunghi, con la previsione di completarli entro la fine del prossimo mese. Per questo motivo saranno possibili brevi interruzioni alla circolazione, comunque non superiori ai 20 minuti.
15 marzo 2011
SS 14: CONSEGNATI I LAVORI DELLA ROTATORIA DI SCODOVACCA
Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. ha consegnato ieri 14 marzo, alla presenza dell'assessore regionale alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi e del sindaco di Cervignano Pietro Paviotti, i lavori per la costruzione della rotatoria di Scodovacca (Cervignano del Friuli) all'impresa Di Piazza di Prato Carnico, che realizzerà l'opera entro la metà di agosto con una spesa complessiva prevista di 1,25 milioni di euro. 
La rotatoria, all'incrocio con le vie Chiozza e Veneto lungo la strada statale 14 in comune di Cervignano, andrà quindi a rimodellare un incrocio 'difficile', con un'intersezione oggi molto pericolosa. 
Il  diametro esterno della rotatoria misurerà 61 metri e vi si innesteranno i due ''rami'' della statale 14, con una larghezza di 6 metri, e le vie Veneto e Chiozza, con una larghezza di 3,5 metri. Sarà ridisegnato anche il tracciato di queste due arterie laterali, in considerazione del fatto che proprio sull'incrocio (tra la SS 14 e via Veneto) è presente il cimitero di Scodovacca, con l'esigenza dunque di creare una serie di marciapiedi e di percorsi per il flusso di pedoni e biciclette.
L'intersezione sarà servita da 28 corpi illuminanti, disposti ai lati dell'anello e dei rami della rotatoria. 
14 marzo 2011
SR 354 DI LIGNANO: PRESENTATI A LATISANA I PROGETTI DELLE OPERE PER SNELLIRE IL TRAFFICO
Quattro rotatorie e un moderno sistema di informazioni sul traffico sono destinati a dare finalmente una soluzione, dopo anni di dibattiti, alle criticità che, soprattutto in coincidenza con la stagione estiva e nelle giornate festive, si manifestano da sempre lungo la strada regionale 354, tra il casello autostradale di Ronchis di Latisana e Lignano.
I lavori di una prima rotatoria, in località Picchi, inizieranno già entro la fine di marzo. I cantieri delle altre tre, a Paludo di Latisana, a Pertegada e in corrispondenza dell'accesso ad Aprilia Marittima, di cui FVG Strade ha realizzato i progetti preliminari, potranno aprirsi alla fine dell'estate 2012. E in attesa del completamento di queste importanti opere, già entro il maggio di quest'anno sarà operativo, grazie alla collaborazione tra Autovie Venete e la stessa FVG Strade, il progetto di "Infomobilità", destinato, oltre che a dare notizie in tempo reale sul traffico, anche a migliorare i tempi di percorrenza grazie al rifacimento, già avviato, dei cinque impianti semaforici attualmente esistenti, che in prospettiva sono però destinati a sparire proprio grazie alla realizzazione delle rotonde.
Progetti e cronoprogrammi sono stati presentati sabato mattina in Municipio a Latisana, in un incontro cui hanno partecipato, accanto al sindaco Micaela Sette e a diversi assessori comunali, l'assessore regionale alla Viabilità, Riccardo Riccardi, quello provinciale, Fabio Marchetti, il consigliere regionale Daniele Galasso, il presidente e il direttore generale di FVG Strade, Giorgio Santuz e Oriano Turello, accompagnati da tecnici e funzionari.
9 marzo 2011
CHIUSO PER LAVORI URGENTI DI MESSA IN SICUREZZA IL PASSO DELLA MAURIA
Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. comunica, con ordinanza n. 53/2011 e n. 56/2011, la chiusura al traffico della SS 52 "Carnica" per lavori urgenti di messa in sicurezza nel tratto compreso tra il km. 62+200 e il km. 62+300 in seguito al cedimento del corpo stradale avvenuto nei giorni scorsi.
A partire da domani 10 marzo, onde agevolare il traffico pendolare per raggiungere i posti di lavoro sia in Carnia che in Cadore nonché il traffico turistico per raggiungere Forni di Sopra dal versante veneto, la circolazione ai mezzi leggeri e ai pullman - comunque regolata da guardiania e a senso unico alternato - sarà permessa nelle seguenti fasce orarie: dalle ore 7,00 alle ore 8,30, dalle ore 13,00 alle ore 14,00 e dalle ore 17,30 alle ore 19,00, permanendo il divieto di transito per i veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 t. non trasportanti persone.
Per la corrente di traffico da Villa Santina-Enemonzo-Socchieve-Ampezzo-Forni di Sotto-Forni di Sopra in direzione Lorenzago di Cadore e viceversa, deviazione al km. 19+518 della SS 52 in loc. Villa Santina lungo la SR 355 "della Val Degano"-Sappada-S.Stefano di Cadore-immissione lungo la SS 52-Lorenzago di Cadore.
7 marzo 2011
PRESENTAZIONE AI SINDACI DEI PROGETTI PER LA SISTEMAZIONE DELLA SR 252
La SR 252 ''Napoleonica'' - che unisce Codroipo a Palmanova attraversando diversi Comuni, asse stradale di grande utilità e molto frequentato, ma anche molto pericoloso per i numerosi attraversamenti e la velocità, spesso alta, sostenuta dagli utenti - sarà sistemata e messa in sicurezza con la realizzazione di sei rotonde con una spesa complessiva di quasi 5 milioni di euro. 
Sabato mattina nel Municipio di Codroipo, l'assessore regionale alla Viabilità Riccardo Riccardi, ha incontrato assieme all'assessore provinciale alla Viabilità Fabio Marchetti, e al presidente di FVG Strade Giorgio Santuz, i sindaci o gli amministratori dei Comuni interessati (Codroipo, Gonars, Bicinicco, Castions di Strada, Mortegliano, Bertiolo, Talmassons e, unico assente, Lestizza) per presentare i progetti preliminari delle sei rotonde redatti da FVG Strade. ''Una riunione operativa e concreta - ha affermato Riccardi - che ora dovrà portare, nei tempi più rapidi alla redazione dei progetti definitivi e quindi a tutte le procedure per giungere, si spera entro il 2012, all'affidamento dei lavori e alla realizzazione delle opere che abbiamo ideato e finanziato con quasi 5 milioni di euro per mettere in sicurezza questa importante arteria''.
I progetti di sistemazione di diverse intersezioni a raso e semaforizzate lungo la SR 252 - come è emerso dall'incontro - nasce dall'esigenza di migliorarne la funzionalità e la sicurezza. I punti critici del tracciato sono le intersezioni a raso nelle quali le manovre di svolta a sinistra e quelle di attraversamento risultano difficoltose e rischiose sia per l'alta velocità dei veicoli che procedono lungo la strada principale sia per l'assenza spesso di corsie specializzate per la svolta a sinistra. La probabilità di incidenti è elevata anche per la numerosità di intersezioni e accessi. FVG Strade nel 2010 ha eseguito rilievi dei flussi di traffico e uno studio di fattibilità volti a individuare le soluzioni tecniche per le intersezioni più importanti. Si tratta di intersezioni a raso, una delle quali semaforizzata, tra la SR 252 e altre strade importanti (strade regionali o provinciali).
3 marzo 2011
INAUGURATI I LAVORI SULLA SR 56 IN COMUNE DI BUTTRIO
Prenderanno avvio il 7 marzo prossimo i cantieri di due opere da lungo attese sulla strada regionale 56 ''di Gorizia'', in comune di Buttrio. Si tratta della realizzazione di una terza corsia e di un sottopasso per l'accesso in sicurezza agli stabilimenti del gruppo Danieli e della rotatoria che sostituirà l'impianto semaforico di accesso al comune.
Le due opere, a cura di FVG Strade con un finanziamento regionale complessivo di 2 milioni di euro, permetteranno di rendere più sicuro e fluido il traffico automobilistico sempre molto intenso nella zona industriale, e, attraverso la realizzazione di due sottopassi pedonali e ciclistici e di un'area per la fermata dell'autobus, di permettere l'agevole attraversamento delle utenze deboli e delle maestranze della Danieli. 
Ieri alla presentazione ufficiale dei lavori, la cui realizzazione è prevista entro 270 giorni, accanto al presidente e al direttore di FVG Strade, Giorgio Santuz e Oriano Turello, erano presenti l'assessore regionale alla Viabilità e Trasporti Riccardo Riccardi, il presidente e amministratore delegato della Danieli Gianpietro Benedetti, il vicepresidente della Provincia di Udine e l'assessore alla Viabilità, Fabio Marchetti e Daniele Macorig, oltre ai primi cittadini di Pradamano, Gabriele Pitassi, Manzano, Lidia Driutti, San Giovanni, Franco Costantini, Corno di Rosazzo, Loris Basso e Santa Maria la Longa, Igor Treleani.
1 marzo 2011
CONSEGNATI I LAVORI PER LE OPERE PROTETTIVE DELLA PISTA CICLABILE SULLA SR 352 "di Grado"
Sarà sistemata in tempo per l'avvio della stagione turistica, con l'auspicio di completare i lavori entro Pasqua, la pista ciclabile panoramica lagunare tra Belvedere e Grado. Lo ha assicurato l'assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Riccardo Riccardi che, oggi a Grado, ha dato il ''via'' ai lavori di adeguamento delle opere protettive lungo il tratto lagunare  che saranno realizzati da FVG Strade con un investimento di quasi 1,3 milioni di euro.
Alla cerimonia di inizio lavori erano presenti, assieme a Riccardi, il direttore di FVG Strade Oriano Turello, anche a nome del presidente della società Giorgio Santuz, il commissario del Comune di Grado Giovanni Blarasin, l'assessore della Provincia di Udine Franco Mattiussi, il consigliere regionale gradese Roberto Marin. 
1 marzo 2011
CONSEGNATI I LAVORI PER IL NUOVO SOTTOPASSO DI AMARO (SS 52 "Carnica")
Un nuovo sottopasso, che eliminerà l'attuale pericoloso incrocio ad Amaro, tra la via San Valentino e la statale 52 ''Carnica'', sarà realizzato in circa un anno di lavoro grazie ad un intervento finanziario della Regione di 1,7 milioni di euro.
Venerdì scorso, presso il municipio di Amaro, il presidente della Regione Renzo Tondo e l'assessore alla Mobilità e Trasporti del Friuli Venezia Giulia Riccardo Riccardi hanno partecipato all'atto della formale consegna dei lavori tra il presidente di FVG Strade Giorgio Santuz e l'impresa ''Tomat'' di Tolmezzo, che curerà la realizzazione dell'opera. 
Un'infrastruttura, ha osservato il sindaco della cittadina carnica Laura Zanella, ''attesa da 30 anni ma fondamentale per Amaro, in quanto tende a ricucire un territorio comunale spezzato, dal suo centro storico verso la Zona industriale ed una parte delle sue aree residenziali''.
''Un'opera quindi di cerniera ma anche di protezione del traffico veicolare e pedonale locale - ha sottolineato Riccardi - che stava nel cassetto ormai da troppi anni e che con soddisfazione vediamo curata da un'impresa del Friuli''. Secondo il presidente della Regione, ''dunque prosegue l'impegno di Regione e FVG Strade, con il suo presidente Giorgio Santuz, per eliminare le criticità della viabilità nella montagna regionale''. 
Nuove opere infrastrutturali che hanno il triplice, importante obiettivo, ha indicato il presidente Tondo, di eliminare la ''marginalità'' fisica del Friuli Venezia Giulia nel contesto europeo, di mettere in sicurezza l'assetto viario regionale, di aprire cantieri in grado di far ricadere sul territorio ingenti risorse pubbliche.