stampa
  invia
Archivio News
19 settembre 2011
FIRMATA CONVENZIONE PER UNA NUOVA ROTATORIA SULL'ACCESSO OVEST AD AMARO (UD)
L'accesso a Ovest all'abitato di Amaro (UD) e alla sua zona industriale, sulla strada statale 52, in direzione del casello di Carnia dell'autostrada A23, sarà riqualificato grazie alla realizzazione di una nuova rotatoria.
Il formale avvio alle procedure per la progettazione e la costruzione dell'opera, che consentirà di mettere in sicurezza un incrocio che presenta diverse criticità, è stato dato sabato scorso nella sede municipale del Comune carnico, dove il sindaco Laura Zanella e il presidente di FVG Strade, Giorgio Santuz, hanno sottoscritto una apposita convenzione.
Alla firma erano presenti, tra gli altri, l'assessore regionale alle Infrastrutture, Riccardo Riccardi, quello della Provincia di Udine, Franco Mattiussi, il commissario straordinario della Comunità montana della Carnia, Giovanni Battista Somma, e il direttore di FVG Strade Oriano Turello. 
Tra le caratteristiche della nuova rotatoria di Amaro, della quale andrà a beneficiare "una realtà industriale interessante", va ricordata la prevista illuminazione a Led, un complanare tracciato pedonale e ciclabile, la soluzione a tutti i problemi legati al passaggio di condutture elettriche, del gas e dell'acqua. La conclusione dei lavori è prevista entro la fine del prossimo anno.
Particolarmente atteso dalla comunità locale (così come, a Est del Paese, un sottopasso i cui lavori, dopo non poche vicissitudini, sono ora ripresi per concludersi nella prossima primavera), il manufatto costerà 724 mila euro, di cui 300 mila a carico della stessa Amministrazione comunale, la parte rimanente a carico della Regione attraverso il braccio operativo costituita da FVG Strade.
"Negli ultimi 30 anni il Comune in tantissime occasioni ha sollecitato l'Anas sulla sua necessità", ha ricordato il sindaco Zanella, evidenziando come la soluzione ai problemi manifestati, soprattutto in termini di sicurezza per la popolazione e gli automobilisti, sia ora venuta dall'assessore Riccardi e da FVG Strade, nel frattempo subentrata all'Azienda statale nella gestione della SS 52.