stampa
  invia
Archivio News
17 febbraio 2017
SR 251: INTERVENTI DI MANUTENZIONE SUGLI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA DELLE GALLERIE
Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. comunica che per consentire l’esecuzione in sicurezza dei necessari interventi manutentivi sugli impianti di videosorveglianza delle gallerie “Fara”, “Prapiero” e “Dint”, dal 20 al 24 febbraio, nella fascia oraria dalle ore 9,00 alle ore 11,00 o dalle ore 14,30 alle ore 16,30, per una durata massima di 30 minuti sarà istituito un senso unico alternato regolato da impianto semaforico.

Il segnalamento in avvicinamento e lo scambio a senso unico alternato, con limitazione di velocità a 50 km/h e divieto di sorpasso per tutti gli autoveicoli, sarà effettuato all’esterno delle gallerie con l’impiego di tutta la segnaletica prevista dalle normative vigenti.
I cantieri interesseranno quindi la SR 251 “della Val di Zoldo e Val Cellina” nella galleria “Fara” dal km 61+158 al km 65+326, nella galleria “Prapiero” dal km 65+582 al km 65+764 e nella galleria “Dint” dal km 66+258 al km 67+277.

L’ordinanza emessa da FVG Strade specifica che è fatto obbligo all’impresa esecutrice dei lavori di regolamentare il traffico con proprio personale nell’eventualità del passaggio di mezzi di soccorso o adibiti a particolari urgenze o in caso di particolare intensità di traffico.
17 febbraio 2017
SANTORO: ENTRO SETTEMBRE COMPLETATE ROTATORIE A TORVISCOSA
Saranno completate entro il mese di settembre due rotatorie lungo la strada statale a gestione regionale n. 14 in comune di Torviscosa. Lo hanno assicurato le due ditte che hanno vinto l'appalto e alle quali giovedì 16 febbraio l'assessore regionale alle Infrastrutture del Friuli Venezia Giulia Mariagrazia Santoro, insieme al sindaco Roberto Fasan e al presidente di FVG Strade Giorgio Damiani, ha consegnato le opere per la realizzazione degli interventi. Il primo, del valore di circa 1,5 milioni di euro, verrà compiuto all'altezza del chilometro 104+250. Il secondo, previsto al chilometro 103+200, costerà invece circa 600.000 euro.

Durante la cerimonia l'assessore Santoro ha voluto ricordare l'impegno profuso dall'Amministrazione regionale nella realizzazione di queste infrastrutture, opere che si inseriscono in un più ampio progetto di sviluppo della Bassa Friulana. "Le nuove rotatorie - ha evidenziato - rendono più fluido il traffico sulla SS 14 e mettono in sicurezza la viabilità all'altezza di due importanti incroci. In questo caso è stato realizzato un gioco di squadra grazie all'impegno del Comune di Cervignano che si è occupato della fase amministrativa per arrivare all'assegnazione dei due interventi".

Santoro ha poi posto l'accento sull'intero e più complesso pacchetto di lavori che rientrano nel Patto territoriale per il rilancio e lo sviluppo di questa area della regione. "Con grande tenacia - ha detto l'assessore - abbiamo riacciuffato fondi ministeriali che erano fermi dal 1999 e che rischiavano di andare perduti perchè le opere previste non erano mai partite". Ai 17 milioni di fondi statali, la Regione ne ha aggiunti altri 2, "quindi - ha aggiunto Santoro - abbiamo ridefinito tutte le progettazioni, sottoponendo l'intero Piano all'attenzione del Ministero, che lo ha approvato. Ora le opere incominciano a essere cantierate".

Oltre alle rotatorie, nel Patto territoriale sono inseriti anche una serie di altri interventi per la difesa idraulica del territorio, per l'urbanizzazione e l'infrastrutturazione ferroviaria della zona industriale. "Complessivamente questo è un progetto - ha concluso Santoro - che consente la ripartenza dell'economia locale nonché la rivitalizzazione della Bassa Friulane. A lavori completati, l'Aussa Corno tornerà a essere il fiore all'occhiello delle zone industriali del Friuli Venezia Giulia".

Dal canto suo il presidente di FVG Strade Damiani ha evidenziato l'attenzione che la Regione sta ponendo sulla sicurezza della viabilità, ricordando come - dal 2008 a oggi - sulla SS 14 siano stati investiti circa 10 milioni di euro per l'eliminazione dei punti pericolosi. Infine il sindaco di Torviscosa fasan ha sottolineato l'importanza di questi due interventi per lo sviluppo della zona industriale, ringraziando inoltre la Regione per il pressing compiuto a Roma al fine di salvaguardare i fondi a suo tempo stanziati per questa parte del territorio e rimasti a lungo inutilizzati.
13 febbraio 2017
IL SETTIMANALE "IL FRIULI" INTERVISTA IL PRESIDENTE DI FVG STRADE GIORGIO DAMIANI
TANTA MANUTENZIONE E MESSA IN SICUREZZA SULLE REGIONALI

Friuli Venezia Giulia Strade SpA, dal 1° gennaio 2008 gestisce circa mille chilometri di strade regionali e statali a interesse regionale, è costantemente impegnata per mantenere le strade regionali efficienti e in buono stato di manutenzione, per consentire ai cittadini di viaggiare in sicurezza.

Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, al momento è in corso il lavoro di ripristino delle barriere incidentate o danneggiate, che in provincia di Udine prevede la sostituzione sulla statale 13 pari a circa mille metri lineari. A partire dalla prossima primavera si darà inoltre avvio alle riasfaltature per una somma di circa 4milioni e 100mila euro, che nella provincia friulana prevedono investimenti per un valore superiore al milione di euro di cui una parte importante sarà riservata alla Pontebbana, mentre nel corso del 2016 FVG Strade ha già effettuato lavori di pavimentazione per circa 2 milioni su tutto il territorio regionale.

“Siamo particolarmente impegnati – chiarisce il Presidente Giorgio Damiani - sulla Ss 13 'Pontebbana' e sulla Ss 14 'della Venezia Giulia' che risultano le maggiori arterie della rete per la cui manutenzione ordinaria ricorrente vengono impiegate risorse pari a circa 1 milione e mezzo all’aano, ma non solo: oltre ai grossi investimenti in interventi di potenziamento infrastrutturale e nuove opere su questi assi, sono in corso i lavori di adeguamento e sistemazione dello svincolo tra la 'Pontebbana' e la Strada regionale 'del Tagliamento' in località Valvasone. Inoltre, sempre nell’ottica del miglioramento della sicurezza e di fluidità del traffico, sono in fase di completamento le rotatorie di Sequals e in località Crosada nei Comuni di Pavia di Udine e Santa Maria la Longa.”

La Società attualmente ha diversi cantieri aperti per realizzare opere di miglioramento della rete stradale: gli importanti cantieri dell’area del mobile nel pordenonese, i lavori di messa in sicurezza delle strade di montagna come la Sr 552 'del Passo Rest' e la Sr 465 'Forcella Lavardet e Valle San Canciano',  mentre è in fase di definizione l’iter amministrativo e progettuale per un importante intervento di messa in sicurezza sulla Sr 355 'della Val Degano' a Ovaro, i cui lavori saranno avviati nel 2017.  Al termine della stagione invernale in corso si confida di procedere all’apertura dei cantieri ad Ampezzo per la regolazione del tracciato sulla Ss 52 'Carnica' e a Villa Santina per la realizzazione degli interventi di sistemazione dell’incrocio per la zona industriale di tale Comune. Sempre quest’anno FVG Strade darà inoltre avvio ai lavori di sistemazione e di messa in sicurezza lungo la Sr 252 a Palmanova, in prossimità di Porta Aquileia, mentre è previsto entro i primi mesi dell’anno corrente il termine dell’attività di messa in sicurezza della Sr 56 a Buttrio con il completamento della pista ciclabile. “Nel corso del 2017 – conferma Damiani – anche grazie all’attenzione della Regione, abbiamo in cantiere interventi per circa 40 milioni di euro”.

 
1 febbraio 2017
FVG STRADE INCONTRA L'ASSESSORE REGIONALE VITO SUI RIFIUTI ABBANDONATI A BORDO STRADA
“E’ stato fatto un importante passo avanti per affrontare il problema dell’abbandono dei rifiuti sulle strade, con un percorso volto a definire in modo chiaro le competenze di ciascun soggetto coinvolto” ha dichiarato l’assessore regionale all’Ambiente Sara Vito al termine dell’incontro con il Presidente di Friuli Venezia Giulia Strade Spa, Giorgio Damiani, cui hanno partecipato anche Roberto Zianna, Direttore Generale della Società partecipata dalla Regione, e il nuovo direttore del ‘Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati’ Flavio Gabrielcig.

La riunione di ieri ha tratto origine da un precedente tavolo tecnico, convocato a inizio gennaio dal presidente di FVG Strade Giorgio Damiani con i rappresentanti dei comuni di Fiume Veneto, S. Giorgio della Richinvelda, Zoppola, Spilimbergo, Sequals ed Aviano per affrontare la questione relativa alle discariche abusive e l’abbandono dei rifiuti lungo i tracciati della S.R. 177 e della S.S. 13.

“La problematica, come ampiamente riportato dalla stampa locale, negli ultimi tempi si è particolarmente evidenziata in questa zona, anche se non è certo l’unica della nostra regione. E’ una questione di grande importanza per il territorio, che chiede risposte concrete in merito ad un problema che da tempo attende una soluzione”, continua il presidente Damiani.

La questione è in effetti complicata, già a partire dal chiarimento degli ambiti di competenza alla luce delle disposizioni normative che risultano a volte fonte di discussione e talvolta di contenziosi tra gli Enti proprietari e/o gestori della rete stradale, che hanno il compito di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, e i Comuni competenti per territorio su cui, ai sensi del D.Lgs. 152/06, grava l’onere di smaltire i rifiuti urbani.

“L’incontro odierno – ha concluso Damiani - è stato particolarmente proficuo ed è stato convenuto di definire e condividere il percorso che in tempi brevi possa condurre ad una soluzione della problematica nel rispetto del territorio che tutti dobbiamo rispettare”.