stampa
  invia
Archivio News
17 ottobre 2017
RETTIFICA - POLO INTERMODALE: NEI PROSSIMI FINE SETTIMANA CHIUSA AL TRAFFICO LA SS 14 NEI PRESSI DELL'AEROPORTO
Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. comunica che per consentire la prosecuzione dei lavori di costruzione del Polo Intermodale annesso all’aeroporto “Pietro Savorgnan di Brazzà” di Ronchi dei Legionari ed in particolare l’esecuzione del varo delle campate della passerella metallica in condizioni di assoluta sicurezza per la circolazione stradale, è stata istituita apposita ordinanza per la chiusura al traffico della SS 14 nel prossimo fine settimana dalle ore 22:00 di venerdì 20 alle ore 05:00 di martedì 24 ottobre, nonché dalle ore 22:00 di venerdì 27 alle ore 22:00 di domenica 29 ottobre, con possibile riapertura anticipata nel caso di conclusione dei lavori prima dell’orario prefissato.

Il tratto su cui sarà vigente l’interdizione temporanea al pubblico transito, eccetto frontisti, è quello compreso tra il km 122+300 (intersezione a rotatoria con via Tambarin) e il km 123+400 (intersezione a rotatoria in prossimità dell’aeroporto);  il traffico sarà deviato sulla viabilità adiacente secondo le seguenti indicazioni:

-         
Direzione Trieste: SS 14 fino all’innesto con la SP 2 al Km 118+980 della SS 14 in loc. Pieris; SP 2, SP 20, SP 19, raccordo SS 14 - SP 19 fino al reinnesto sulla SS 14 in loc. Ronchi dei Legionari al Km 123+500.

-         
Direzione Venezia: raccordo SS 14 – SP 19, SP 19, SP 20, SP 2, SS 14.

Nel tratto di SS 14 compreso tra il Km 122+600 (ingresso merci/dogana Aeroporto) e il Km 122+900 (ingresso utenti Aeroporto) l’interdizione al pubblico transito sarà totale, con indicazioni in loco.

Le limitazioni saranno comunque indicate dalla segnaletica di obbligo e prescrizione secondo le norme previste dal Nuovo Codice della Strada e relativo Regolamento di attuazione; l’ordinanza emessa fa obbligo all’impresa appaltatrice ad effettuare il pilotaggio del traffico in eventuali condizioni di emergenza (transito dei mezzi di soccorso, forza pubblica, ecc.) ed in caso di particolare intensità del traffico.

 
17 ottobre 2017
POLO INTERMODALE: NEL FINE SETTIMANA CHIUSA AL TRAFFICO LA SS 14 NEI PRESSI DELL'AEROPORTO
Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. comunica che per consentire la prosecuzione dei lavori di costruzione del Polo Intermodale annesso all’aeroporto “Pietro Savorgnan di Brazzà” di Ronchi dei Legionari ed in particolare l’esecuzione del varo delle campate della passerella metallica in condizioni di assoluta sicurezza per la circolazione stradale, è stata istituita apposita ordinanza per la chiusura al traffico della SS 14 nel prossimo fine settimana dalle ore 22:00 di venerdì 27 alle ore 22:00 di domenica 29 ottobre, con possibile riapertura anticipata nel caso di conclusione  dei lavori prima dell’orario prefissato.

Il tratto su cui sarà vigente l’interdizione temporanea al pubblico transito, eccetto frontisti, è quello compreso tra il km 122+300 (intersezione a rotatoria con via Tambarin) e il km 123+400 (intersezione a rotatoria in prossimità dell’aeroporto);  il traffico sarà deviato sulla viabilità adiacente secondo le seguenti indicazioni:

-         
Direzione Trieste: SS 14 fino all’innesto con la SP 2 al Km 118+980 della SS 14 in loc. Pieris; SP 2, SP 20, SP 19, raccordo SS 14 - SP 19 fino al reinnesto sulla SS 14 in loc. Ronchi dei Legionari al Km 123+500.

-         
Direzione Venezia: raccordo SS 14 – SP 19, SP 19, SP 20, SP 2, SS 14.

Nel tratto di SS 14 compreso tra il Km 122+600 (ingresso merci/dogana Aeroporto) e il Km 122+900 (ingresso utenti Aeroporto) l’interdizione al pubblico transito sarà totale, con indicazioni in loco.

Le limitazioni saranno comunque indicate dalla segnaletica di obbligo e prescrizione secondo le norme previste dal Nuovo Codice della Strada e relativo Regolamento di attuazione; l’ordinanza emessa fa obbligo all’impresa appaltatrice ad effettuare il pilotaggio del traffico in eventuali condizioni di emergenza (transito dei mezzi di soccorso, forza pubblica, ecc.) ed in caso di particolare intensità del traffico.
13 ottobre 2017
SR 352 GRADO: RIPRENDONO LUNEDI I LAVORI DI RIFACIMENTO DEL PONTE GIREVOLE "MATTEOTTI"
Esattamente come annunciato nell’incontro pubblico organizzato da Confcommercio a Grado lo scorso 25 settembre, Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. comunica che riprenderanno lunedì 16 ottobre i lavori di sostituzione dell’impalcato della campata girevole del ponte “Matteotti” di accesso alla città, risalente ormai al 1936.

Le prime attività, che dureranno circa un mese, saranno quelle di rinforzo delle campate in cemento armato adiacenti all’impalcato girevole tramite la messa in opera di rinforzi flessionali, barre filettate e profili metallici con operazioni che verranno fatte sia dal mare sia da terra mediante l’istituzione di un senso unico alternato limitato al solo tratto del ponte.

Completate tali operazioni, seguiranno direttamente, senza interruzioni, i lavori di lievo dell’impalcato esistente, rifacimento della testata della pila e quindi varo del nuovo impalcato. Durante tali attività, che avranno inizio entro la fine del mese di novembre, sarà chiuso al traffico veicolare l’accesso a Grado attraverso il ponte girevole, ferma la percorribilità della SR 352 translagunare.

“Siamo ben consci che le opere che andiamo ad avviare comporteranno notevoli disagi – dichiara l’Amministratore Unico di FVG Strade Giorgio Damiani – e per questo abbiamo cercato di comprimere al massimo i periodi delle attività e di concordare preventivamente con la comunità di Grado e con gli operatori economici le migliori soluzioni possibili per il periodo.”

Proprio per cercare di limitare al massimo i disagi, la società regionale aveva concordato con l’Amministrazione comunale lo slittamento a questo periodo dei lavori, inizialmente previsti per l’inizio del 2017, per allontanarli dalla stagione estiva e dal possibile impatto sull’indotto del traffico vacanziero, di vitale importanza per l’economia del territorio. “A dimostrazione – aggiunge Damiani – dell’attenzione che Friuli Venezia Giulia Strade pone sempre alle esigenze del territorio, cui è possibile far fronte grazie alla collaborazione tra Enti.”
L’assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica del Comune di Grado, Fabio Fabris, sottolinea come ci sia sempre stato un contatto diretto e costante con FVG Strade: “Collaborazione che continuerà senz’altro anche nei prossimi mesi: da parte nostra garantiamo la massima attenzione per monitorare e informare i nostri cittadini riguardo l’andamento dei lavori per un’opera ormai improrogabile che permetterà di dare nuovo lustro e prestigio all’Isola del sole.”
9 ottobre 2017
ANCORA CHIUSA SR 465 PER LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DEI PONTI SUL RIO TESA E SUL RIO SIERA A PRATO CARNICO
Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. informa che per consentire il completamento dei lavori di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza del ponte sul rio Tesa (SR 465 km 21+260) e del ponte sul rio Siera (SR 465 km 20+800), permane l’interdizione alla circolazione stradale del tratto della SR 465 “della Forcella Lavardet e Valle San Canciano” compreso tra il km 19+400 e il km 22+100 in loc. Culzei nel territorio del comune di Prato Carnico (Ud). L'ordinanza n. 105/2017, emessa in data 01/09/2017, prevede l'interdizione alla circolazione stradale e pedonale fino al 30/11/2017.

Nell’ambito di tali lavori, per i quali era stata inizialmente prevista la chiusura della strada fino a metà luglio, Friuli Venezia Giulia Strade aveva accolto l’appello dell’Amministrazione comunale e di alcuni rappresentanti territoriali a voler sospendere i lavori almeno per parte del periodo estivo onde salvaguardare la fruibilità turistica della Val Pesarina. “Quando c’è la volontà di collaborazione tra Enti e con avveduti operatori economici si possono ottenere egregi risultati”: così aveva commentato l’Amministratore Unico della Società regionale, Giorgio Damiani, evidenziando l’attenzione posta alle istanze presentate dal territorio che aveva portato alla rivisitazione del cronoprogramma delle attività al fine di rendere fruibile la strada regionale 465 non appena ultimata la ristrutturazione del primo ponte sul rio Siera.

Ora i lavori devono essere necessariamente completati; da qui l’emissione della successiva ordinanza. La circolazione stradale sarà deviata lungo il seguente itinerario:

-
SR 465 dal km 22+100 al km 33+900 (loc. Culzei – Prato Carnico – loc. Patuscera – intersezione con SR 355);
- SR 355 dal km 12+220 al km 49+350 (Comeglians – Rigolato – Forni Avoltri – Sappada – Santo Stefano di Cadore);
- SS 52 dal km 89+031 al km 77+463 (Santo Stefano di Cadore – loc. Tre Ponti);
- SR 619 dal km 0+000 al km 25+000 (loc. Tre Ponti – loc. F.lla Lavardet);
- SR 465 dal km 10+596 al km 19+400 (loc. F.lla Lavardet – loc. Culzei di Prato Carnico).

L'impresa appaltatrice dei lavori provvederà alla posa di tutta la segnaletica necessaria secondo le norme previste dal Nuovo Codice della Strada e relativo Regolamento di Esecuzione; la medesima impresa effettuerà il pilotaggio del traffico in eventuali condizioni di emergenza (transito mezzi di soccorso, forza pubblica, ecc.) o in caso di particolari intensità di traffico.
 
3 ottobre 2017
VIABILITA': 1 MLN EURO PER RIPRISTINO URGENTE SR 646 DI UCCEA
La Giunta regionale ha stanziato 1 milione di euro per il ripristino urgente della viabilità lungo la strada regionale SR 646 di Uccea, in comune di Resia.


Le risorse sono state reperite in via eccezionale dal fondo per le spese impreviste, su iniziativa degli assessori regionali al Territorio, Mariagrazia Santoro, e alle Finanze, Francesco Peroni, per fare fronte ai danni conseguenti al maltempo dello scorso 10 agosto che ha compromesso la percorribilità del tratto stradale tra passo Tanamea e il bivio per Uccea, nell'intervallo tra il km 22+200 e il km 24.

La Regione si era subito attivata, assieme a Fvg Strade Spa, per assicurare il ripristino della viabilità prima dell'arrivo dell'inverno, quando nella zona si verificano frequenti e abbondanti nevicate.

Santoro aveva svolto lo scorso 24 agosto, accompagnata dal sindaco di Resia, Sergio Chinese, dal responsabile della Protezione civile, Luciano Sulli, e dai tecnici di Fvg Strade e dell'impresa appaltatrice dei lavori, un sopralluogo nel tratto interessato dove si erano riversati alberi, detriti e massi a seguito del forte maltempo, comportando la chiusura della strada.

L'intervento di Fvg Strade e l'utilizzo delle risorse destinate al superamento dell'emergenza potrebbero rientrare nelle opere ricomprese nella rendicontazione dei danni al Governo a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza, decretato dalla Regione in relazione ai danni causati dal maltempo del 10 agosto in gran parte del territorio regionale.