stampa
  invia
Archivio News
24 febbraio 2012
AL VIA LA SISTEMAZIONE DELLA "PONTEBBANA"
"Oltre 2 milioni di euro di investimento per rimuovere altrettanti incroci teatro di incidenti, e di morti, ai quali oggi deve andare il nostro ricordo. Ma anche, l'avvio di numerosi interventi di messa in sicurezza della Pontebbana, che partiranno da Basiliano per proseguire, già nei prossimi mesi, nei comuni di Codroipo, Casarsa e Zoppola, per investimenti stimati in circa una decina di milioni di euro".
Lo ha affermato l'assessore regionale alle Infrastrutture Riccardo Riccardi nel corso della cerimonia di posa della prima pietra delle nuove rotatorie in grado di eliminare il semaforo che collega la statale Udine-Pordenone e la strada provinciale tra Basiliano e Portogruaro, tenutasi lo scorso sabato 18 febbraio. 
Dopo la Udine-Manzano, è ora al via, quindi, l'importante programma di miglioramento della Pontebbana, arteria che dal nodo di Piandipan, alle porte di Pordenone, collega la statale 13 alla rete autostradale ed a Basiliano, proprio dove si prevede dovrà partire la tangenziale Sud di Udine: "il punto critico principale - ha spiegato l'assessore - per portare fuori dalla crisi ambientale, in particolare Pasian di Prato e Campoformido.
Nel corso della cerimonia il sindaco di Basiliano Roberto Micelli ha ringraziato la Regione per l'intervento già completato sulla Pontebbana, al bivio della frazione di Orgnano, con la realizzazione di una rotatoria che ha di fatto contribuito a "ricongiungere" la comunità locale.
Il senatore Enzo Pertoldi, già sindaco di Basiliano, ha quindi ricordato che l'assessore Riccardi aveva condiviso fin dalle prime fasi previsionali i progetti per la messa in sicurezza degli incroci sulla statale 13, sui quali numerose persone avevano perso la vita in incidenti stradali. 
Iil presidente di FVG Strade Giorgio Santuz ha ricordato infine la linea d'azione adottata dalla società, improntata all'efficienza, alla trasparenza, all'attenzione per il territorio. Attenzione dimostrata anche nell'occasione degli interventi sugli incroci della 13, in comune di Basiliano, affidati ad imprese del Friuli Venezia Giulia. Santuz ha infine auspicato che il Governo preveda l'istituzione di un arbitrato, ovvero di una commissione che possa dirimere eventuali problematiche relative all'esecuzione di interventi (nel caso specifico si riferiva alla Tangenziale Sud di Udine) che potrebbero interessare beni artistici o culturali presenti sul territorio.