stampa
  invia
Archivio News
31 agosto 2012
DATA SELEZIONE AREA AMMINISTRATIVA LEGALE FVG STRADE SpA
AVVISO

Con riferimento alla selezione avviata con dispositivo dd. 03.05.2012 n. 16 prot. 000305 ed inerente l'assunzione di n. 2 risorse di livello B1 per le esigenze dell'Area Amministrativa - Risorse Umane, Legale e Gare/Contratti ed a seguito della comunicazione dd. 01.08.2012 prot. 0000710, Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. comunica che la selezione si terrà il giorno 13.09.2012 alle ore 10.00 presso la sala "Paolino d'Aquileia" - Centro Culturale Paolino d'Aquileia - via Treppo n° 5/B - UDINE.

Si richiama la necessità che i candidati iscritti nell'elenco dd. 01.08.2012 sono tenuti a presentarsi muniti di : (1) un valido documento di identità personale; (2) una penna ad inchiostro nero non cancellabile e (3) una idonea base d'appoggio, di qualsiasi materiale e formato, necessaria per la scrittura.

Si precisa, a riscontro di alcune richieste di chiarimento pervenute, che il tema d'esame rubricato sub. "Argomenti di diritto penale e civile inerenti gli ambiti di operatività della società Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A." è connesso all'oggetto ed alle funzioni indicate nello statuto societario, reperibile sul sito internet aziendale (www.fvgstrade.it) nella sezione Azienda/profilo.

Per riferimenti all'avviso di selezione, consultare il sito alla sezione Azienda/Selezione personale.
28 agosto 2012
NUOVO PONTE SUL RIO BARTOLO A TARVISIO
Dovrebbe essere completato prima della stagione estiva 2013 a Tarvisio il nuovo ponte sul rio Bartolo, sul collegamento viario fra le statali 13 "Pontebbana" e 54 "del Friuli".
Oggi, infatti, nel capoluogo della Val Canale, FVG Strade ha consegnato i lavori all'impresa che realizzerà il nuovo manufatto, alla presenza dell'assessore regionale alle Infrastrutture Riccardo Riccardi, del sindaco di Tarvisio, Renato Carlantoni, del consigliere regionale Franco Baritussio e del presidente di FVG Strade, Giorgio Santuz. 
"Un'opera - ha affermato l'assessore Riccardi - sicuramente attesa da tempo per rendere più fluido e più sicuro il traffico veicolare, pedonale e ciclabile in un punto centrale e nevralgico di Tarvisio, lungo il collegamento fra due importanti arterie statali di valenza internazionale". 

"Se in questi mesi che ci separano dall'inverno l'impresa appaltatrice appronterà tutte le opere necessarie al cantiere e la necessaria viabilità alternativa, i lavori veri e propri inizieranno già prima della primavera 2013 per poter consegnare la nuova opera - di qualità nettamente superiore all'attuale - per la nuova stagione estiva", ha detto ancora l'esponente regionale.
"Ciò dimostra - ha rimarcato infine Riccardi - che accanto alle grandi opere la Regione, grazie a FVG Strade, sta realizzando tutte quelle opere solo apparentemente 'minori', ma che invece ammodernano e rendono più sicura tutta la viabilità ereditata dall'Anas in condizioni non proprio ottimali. Solo per questo ponte sul rio Bartolo l'investimento sarà di 700 mila euro e contribuirà non solo all'opera in sé ma alla riqualificazione di tutta l'area connessa con grande beneficio per l'intera Tarvisio". 

L'intervento riguarda il ponte ubicato in comune di Tarvisio, situato verso l'uscita dell'abitato, che attraversa il rio Bartolo in corrispondenza del raccordo 13-54 denominato "Serpentina", collegamento preferenziale tra la SS13 "Pontebbana" (verso l'Austria) e la SS54 "del Friuli" (verso la Slovenia): due arterie interessate da un intenso volume di traffico sia turistico che commerciale.
L'attuale ponte sul Bartolo, posto all'interno del centro abitato di Tarvisio, realizzato fra gli anni '40-'50 del secolo scorso, è estremamente bisognoso di un radicale intervento di rifacimento e adeguamento funzionale alle nuove e moderne esigenze trasportistiche della circolazione stradale. 
La severa condizione climatica del luogo, i continui e intensi sbalzi termici a cui il ponte è sottoposto, hanno seriamente danneggiato e deteriorato la struttura, tanto la soletta quanto le travi longitudinali e trasversali. L'intera opera manifesta evidenti segni di degrado al punto da ritenere assolutamente indispensabile un intervento di rifacimento. 

L'intervento in progetto prevede la totale demolizione del ponte esistente cercando, nel limite del possibile, di preservare le posizioni per le tubazioni dei sottoservizi. A tergo delle spalle del ponte, che rappresentano anche le sponde del rio, e con parziale demolizione delle stesse, saranno gettate delle fondazioni su due file di micropali, che costituiranno le nuove spalle del ponte che avrà pertanto una "luce" netta pari a 8,18 metri ed una lunghezza effettiva di 8,45 metri.
Sarà mantenuta la posizione dell'asse stradale e la larghezza della carreggiata pari a 6,12 metri con due banchine di 0.74 metri, mentre sarà allargata la soletta per consentire la realizzazione di due marciapiedi di 138 centimetri di larghezza, arrivando così a complessivi 10,36 metri con un allargamento totale della carreggiata di quadi due metri e mezzo.