stampa
  invia
Archivio News
26 maggio 2017
AL VIA I LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA SS 52
60Omila euro per intervento su strada che unisca Carnia a Cadore. 

Il cantiere per la regolarizzazione del tracciato della SS 52 "Carnica" inizierà subito dopo il ponte del 2 giugno e la viabilità funzionerà a senso unico alternato nel tratto in comune di Ampezzo, con la previsione della fine lavori a gennaio 2018. Ad assicurarlo è l'assessore regionale alle Infrastrutture, Mariagrazia Santoro, in occasione della consegna dei lavori all'impresa Cimenti di Ovaro avvenuta ieri 25 maggio, , aggiudicataria con un ribasso del 15% circa della gara di appalto (importo opere di 612.862 euro) per realizzare l'intervento destinato a mettere in sicurezza la statale che unisce la Carnia al Cadore attraverso il passo della Mauria. 

"L'amministrazione regionale - ha commentato Santoro, presente ad Ampezzo assieme al sindaco Michele Benedetti ed al presidente di Fvg Strade, Giorgio Damiani - ha risolto sia questioni burocratiche che economiche e, grazie all'integrazione finanziaria di 400mila euro che mancavano per avviare il progetto, ora finalmente possiamo iniziare i lavori, cogliendo l'occasione della stagione favorevole visto che d'inverno non sarebbe possibile intervenire con tutte le lavorazioni". 

Damiani ha confermato come, grazie al forte pressing della Regione, si siano superate difficoltà autorizzative che hanno rallentato l'avvio di quest'opera attesa da tanto tempo. Fu infatti una delibera della Giunta regionale del 2009 ad approvare il programma di interventi con cui fu sancita la necessità di dare corso a lavori urgenti di regolarizzazione del tracciato più pericoloso della statale e, allo stesso tempo, ad affidarne la realizzazione in delegazione amministrativa alla società FVG Strade che gestiva l'arteria dal 2008. 

L'intervento (il quadro economico complessivo dei costi è di 1, 2 milioni di euro) consiste principalmente nell'aumento del raggio di due curve e nell'allargamento della carreggiata e delle banchine per migliorare la visibilità nell'incrocio tra mezzi. I lavori prevedono la realizzazione di un nuovo tratto in scarpata da realizzarsi con la tecnologia della terra rinforzata, soluzione di ingegneria naturalistica che consente un minore impatto ambientale rispetto alla costruzione di muri in cemento ma che necessita di una stagione climatica il più possibile secca per la sua realizzazione.

Sempre ieri, assieme al sindaco di Ovaro, Mara Beorchia, e al vicesindaco di Prato Carnico, Erica Gonano, il presidente di Fvg Strade Damiani ha effettuato un sopralluogo nel tratto della SR 355 tra le località di Chialina e Baus, chiusa a seguito dello smottamento avvenuto nei giorni scorsi.

In merito, Santoro ha evidenziato che "attualmente sono ultimati i lavori della prima fase che hanno consentito l'apertura a senso unico alternato della strada, anche grazie all'installazione di una fila di blocchi cubici a separazione e protezione del cantiere. Ciò consentirà - ha spiegato l'assessore - di avviare anche la seconda fase con la completa sistemazione del pendio mediante posa in opera di reti armate e realizzazione di un sistema drenante, a monte del pendio, che consentirà la riapertura completa".

"Abbiamo inoltre garantito - ha assicurato Santoro - che, nel giro di una o due settimane, sarà convocato un tavolo con Protezione Civile e direzione regionale Ambiente per valutare la situazione di tutto il versante lungo la SR355 ed analizzare interventi previsti e criticità riscontrate".
25 maggio 2017
RIAPERTA A SENSO UNICO ALTERNATO SR 355 IN COMUNE DI OVARO
Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A. informa che mercoledì 24 maggio alle ore 18,00 è stata riaperta al traffico a senso unico alternato la SR 355 “della Val Degano” in località Baus in Comune di Ovaro, chiusa da venerdì 12 maggio a seguito di un profondo cedimento del piano viabile al km 11+180 circa.

A causa di tale dissesto e dei movimenti franosi della adiacente scarpata, preso atto della relazione geologica preliminare redatta dal geologo all’uopo incaricato da Friuli Venezia Giulia Strade SpA, sono stati subito effettuati i lavori preliminari di messa in sicurezza della sede stradale che hanno consentito in tempi brevi la riapertura a senso unico alternato del tratto.

Fino al completamento dei successivi lavori di ripristino funzionale, pertanto, lungo la SR 355 “della Val Degano” dal km 11+055 al km 11+240 in Comune di Ovaro rimane istituito un senso unico alternato regolato da impianto semaforico su una corsia di marcia di larghezza non inferiore a m. 2,75 oltre a due banchine laterali ciascuna pari a m. 0,50, con tempo di attesa al rosso della durata massima di 2 minuti e l’apposizione della segnaletica stradale verticale temporanea di pericolo ed indicazione conformemente a quanto previsto dalla normativa.

L'impresa appaltatrice dei lavori attuerà un costante monitoraggio del sovrastante versante al fine di garantire la costante sicurezza del piano viabile nell’area di cantiere dei lavori di somma urgenza, nonché un servizio di controllo affinché la segnaletica sia sempre in efficienza, effettuando il pilotaggio del traffico in eventuali condizioni di emergenza (transito di mezzi di soccorso, forza pubblica, ecc.) o in caso di particolari intensità di traffico.
23 maggio 2017
AVVIATI LAVORI INCROCIO SS 52 A VILLA SANTINA
Entro i primi mesi del prossimo anno l'incrocio per la zona industriale sulla SS 52 "Carnica" nel comune di Villa Santina (UD) sarà dotato di una rotatoria con annessa una funzionale e rinnovata rete di bretelle viarie di collegamento. Nella sostanza, ciò consentirà di liberare il centro dell'abitato dal traffico pesante, migliorando la qualità della vita dei cittadini. Oggi 23 maggio, alla presenza dell'assessore regionale alle Infrastrutture, Mariagrazia Santoro, del sindaco di Villa Santina, Romano Polonia, e del presidente di FVG Strade, Giorgio Damiani, è stato dato il via ai lavori che saranno effettuati dall'impresa Zanini Antonio di Martignacco (UD) e che avranno una durata prevista di 240 giorni. Il costo complessivo lordo dell'opera ammonta a 1.693.000 euro. Ripercorrendo la fase più operativa dell'iter (partito nel 2009), nel 2013 era stata sottoscritta tra Fvg Strade e il Comune di Villa Santina una convenzione finalizzata alla realizzazione dei lavori. Successivamente lo stesso Comune di Villa Santina, nel gennaio 2016, ha chiesto l'integrazione nel progetto definitivo di una strada locale urbana posta a nord delle abitazioni della lovalità Case Zanussi, allo scopo di raggruppare gli accessi attualmente presenti, in modo che le immissioni sulla SS 52 siano concentrate in un unico incrocio. Il progetto esecutivo comprende quindi, oltre alla rotatoria del diametro di 50 metri, la realizzazione di una bretella unidirezionale per l'accesso diretto alla zona industriale, il miglioramento dell'innesto della strada comunale per Invillino sempre sulla strada di penetrazione alla Z.I. ed infine la realizzazione dell'arteria richiesta dal Comune nella località Case Zanussi. Soddisfazione per l'avvio dei lavori è stata espressa in primo luogo da Santoro che, ricordando la pesante eredità amministrativa ricevuta con un iter che dal 2009 al 2013 era rimasto sospeso in uno stato di impasse, ha sottolineato come la nuova rotatoria alleggerirà il centro abitato di Villa Santina dall'inquinamento veicolare, permettendo un accesso diretto alla zona industriale e mettendo contestualmente in sicurezza un incrocio attualmente chiuso in quanto pericoloso. "E' stato certamente importante trovare la copertura finanziaria dell'opera - ha osservato l'assessore - ma alla fine non è stata la cosa più difficile dal momento che siamo partiti da un iter progettuale e autorizzatorio che abbiamo trovato bloccato". Santoro ha quindi rimarcato il ruolo e l'operato della Regione che in questi ultimi tre anni ha avuto il merito, oltre che di aver individuato le risorse, di essersi confrontata in modo concreto e costruttivo con il Comune di Villa Santina. Lo stesso sindaco Polonia, infatti, ha riconosciuto alla Regione, e in particolare a Santoro, l'impegno per aver dato inizio ai lavori di una rotatoria che "era nei nostri programmi dal 2009, ma che per una serie di difficoltà non era riuscita a partire". Da parte sua, infine, il presidente di FVG Strade, Damiani, ha ribadito il concetto in base al quale "quando le istituzioni lavorano in sinergia i risultati si ottengono", ricordando nel contesto il ruolo della stessa FVG Strade nel miglioramento del progetto e nelle economie di scala che hanno consentito il reperimento dei fondi per l'opera.
15 maggio 2017
DA VEN 12/05: SR 355 CHIUSA AL TRAFFICO DAL KM 9+900 AL KM 12+150 IN LOC. BAUS DI OVARO CAUSA MOVIMENTO FRANOSO
Friuli venezia Giulia Strade SpA comunica che con apposita ordinanza da venerdì 12 maggio e fino a cessata emergenza la SR 355 "della Val Degano" nel tratto compreso tra il km 9+900 e il km 12+150 in località Baus nel territorio del Comune di Ovaro (UD) è interdetta alla circolazione stradale veicolare e pedonale.

La circolazione stradale è deviata lungo il seguente itinerario:
- lungo la strada comunale di Luincis in Comune di Ovaro per il traffico leggero;
- lungo la SS 52 bis "Carnica" dall'intersezione Tolmezzo all'intersezione con la SR 465 "della Forcella Lavardet e di Valle San Canciano";
- lungo la SR 465 "della Forcella Lavardet e di Valle San Canciano" da loc. Sutrio a loc. Comeglians.

Tale ordinanza si è resa necessaria a seguito del verificarsi, nelle prime ore di venerdì 12 maggio, di un profondo cedimento del piano viabile lungo la SR 355 al km 11+180 circa; da un primo sopralluogo tecnico congiunto con la Protezione Civile Regionale, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco ed i rappresentanti dell'Amministrazione Comunale di Ovaro è emerso che sarebbe in atto un movimento franoso della scarpata/versante adiacente alla SR 355 "della Val Degano".

E' stato istituito un servizio di controllo da parte del personale FVGS.
15 maggio 2017
GIOVEDI 11 MAGGIO 2017: SANTORO INAUGURA ROTATORIA SEQUALS
E' stata inaugurata giovedì 11 maggio alla presenza dell'assessore alle Infrastruture e Territorio Mariagrazia Santoro, del presidente di Friuli Venezia Giulia Strade SpA Giorgio Damiani e del sindaco di Sequals Lucia d'Andrea la rotatoria tra la SR 464 "di Spilimbergo", la SR 552 "del Passo Rest" e la SP 34 "di Pinzano".

"Quest'opera, molto attesa - ha commentato Santoro -, è la dimostrazione di come una corretta collaborazione istituzionale consenta di programmare, progettare, finanziare e realizzare ciò che è necessario per accrescere gli standard di sicurezza; il tutto in brevissimo tempo, grazie anche all'ottimo lavoro di un'impresa del territorio".

Soddisfazione è stata espressa anche dal Sindaco di Sequals che ha "ringraziato la Regione per la tempestiva disponibilità ed attività, partendo da una concreta esigenza di sicurezza per la circolazione".

Il presidente Damiani ha invece voluto ringraziare le maestranze e i dipendenti di FVG Strade che "hanno saputo interpretare il proprio ruolo nel miglior modo possibile, completando celermente tutte le attività richieste dal momento in cui è partita la segnalazione dal territorio alla concretezza di oggi".

L'intervento ha riguardato la modifica a rotatoria della circolazione sul nodo stradale, con il mantenimento del diametro complessivo esterno della piattaforma esistente di 71 m e la forma dei bracci relativi alla SR 552 e SP 34.
L'anello circolatorio è stato invece adeguato alle normative attuali, con ampliamento verso l'isola centrale in modo da ottenere una piattaforma larga 8 m, costituita da una corsia larga 6 metri e da 2 banchine larghe un metro. Come previsto dalla normativa stradale tutti i rami della rotatoria, sia quelli modificati della SR 464 sia quelli della SR 552 e SP 34 hanno un'unica corsia di uscita di larghezza pari a 4.50 m e un'unica corsia di ingresso di larghezza pari a 3.50 m. Le isole separatrici dei rami di approccio della SP 34 e della SR 552 sono state rimodulate. Per facilitare il transito dei trasporti eccezionali le banchine nelle corsie di entrata e di uscita sono state ampliate fino alla larghezza di 2 metri e saranno opportunamente zebrate.
Altro fattore rilevante è l'installazione dell'impianto di illuminazione, prima assente.

Conclusi da pochi giorni anche i lavori per il ripristino dei paramenti verticali dei muri di controripa posti lungo la strada regionale 552 del Passo Rest, resi necessari per garantire un buon livello di manutenzione della strada.

"Un pacchetto di interventi che riguarda questo territorio montano - ha concluso l'assessore Santoro - che dimostrano la massima attenzione della Regione anche per quest'area, ma non esauriscono le attività di manutenzione su tutta la rete regionale ed ex provinciale".
15 maggio 2017
ASSESSORE REGIONALE AMBIENTE VITO: GRUPPO LAVORO FVG STRADE E COMUNI SU ABBANDONO RIFIUTI
Per affrontare e risolvere i problemi causati dall'abbandono dei rifiuti ai margini della Cimpello-Sequals, è stato costituito un apposito gruppo di lavoro che riunirà, assieme alla Regione, i rappresentanti di FVG Strade e dei Comuni del Pordenonese sul tarritorio dei quali ricade la strada di grande percorrenza.
L'assessore regionale all'Ambiente ed energia, Sara Vito, ha infatti accolto la proposta di creare un apposito tavolo tecnico, emersa dal proficuo incontro avuto nei giorni scorsi a Udine con il presidente di FVG Strade, Giorgio Damiani, e con i sindaci e gli amministratori dei Comuni di Fiume Veneto, Zoppola, San Giorgio della Richinvelda, Sequals, Aviano e Spilimbergo, acompagnati dai rispettivi tecnici.
Tavolo che avrà il compito di valutare l'entità del problema e di individuare le possibili soluzioni che, ha detto Vito, potranno essere definite proprio attraverso la stretta collaborazione tra gli enti interessati.

Come ha evidenziato l'assessore, si è dunque trattato di un incontro importante, in quanto ha visto convergere l'attenzione dei soggetti interessati attorno alla serietà del problema.
La collaborazione tra gli enti è indispensabile, aveva specificato il presidente di FVG Strade Damiani, in quanto si tratta di affrontare una materia delicata perchè riguarda lo smaltimento di rifiuti solidi urbani.
Spetterà ora ai tecnici e alle istituzioni verificare, assieme, la strategia più idonea per superare il costo economico e d'immagine che, ha concluso Vito, subiscono le comunità locali a cusa di un malcostume perpetrato da pochi, e per ora sconosciuti, autori.
Strategia che si potrà concretizzare con la stipula di una convenzione tra la Regione, i Comuni e FVG Strade S.p.A.
5 maggio 2017
TRIESTE - COMPETIZIONI PODISTICHE DOMENICA 7 MAGGIO: MODIFICHE ALLA CIRCOLAZIONE

 

Domenica 7 maggio 2017 si rinnova l'appuntamento con la Green Europe Marathon, la Green Europe Half Marathon e la nuova Costiera Run, oltre che con la manifestazione podistica non competitiva denominata Miramar Family 2017.

In considerazione delle manifestazioni, la Prefettura di Trieste ha emanato specifica ordinanza per regolamentare la chiusura al traffico della viabilità interessata dallo svolgimento delle competizioni podistiche.

Risultano quindi interdetti alla circolazione veicolare nella giornata di DOMENICA 7 MAGGIO i seguenti tratti di strada in provincia di Trieste:

 

-La SR 14 nel tratto compreso tra il limite del centro abitato di Trieste ed il km 134+700 ("Bivio Tre Noci") in località Sistiana, dalle ore 6.00 alle ore 16.30;

 

-Il raccordo autostradale NSA 56 nel tratto compreso tra lo svincolo di uscita per la SP 1 e la SR 14 (per i veicoli in uscita dall'autostrada A4 diretti a Trieste) e, in direzione opposta, nel tratto compreso tra la SR 14 e lo svincolo di uscita per la SP 1, in entrambi i tratti dalle ore 6.00 alle ore 16.30;

 

- Lo svincolo autostradale compreso tra la SP 1 (km 1+100) ed il raccordo autostradale NSA 56, dalle ore 9.00 alle ore 10.15;

 - La SP 1 dal km 1+100 fino al km 3+200, nel solo senso di marcia Sistiana - Aurisina, dalle ore 9.00 alle ore 10.30;

- La SP 1 è altresì interdetta al transito all'altezza dell'incrocio con la SP 5 per i veicoli provenienti dalla località Santa Croce in direzione Sistiana, dalle ore 9.00 alle ore 10.30;

- La SP 5 dal km 0+200 (uscita dal centro abitato di Aurisina) fino alla Casa di cura "Pineta del Carso", nel solo senso di marcia Aurisina - Aurisina Stazione, dalle ore 9.00 alle ore 10.30, ad esclusione dei veicoli diretti alla predetta struttura sanitaria, il cui transito sarà consentito a senso unico alternato;

- La SP 5 dalla "Casa di cura "Pineta del Carso" al km 3+900 (località San Pelagio), nel solo senso di marcia Aurisina - an Pelagio, dalle ore 9.00 alle ore 11.00;

- La SP 4 dall'incrocio SP 5/ SP4 (km 6+600) al km 2+800 in località Malchina, nel solo senso di marcia San Pelagio - Malchina, dalle ore 9.20 alle ore 11.30;

- La SP 32 dal centro abitato di Malchina (km 2+000) fino alla SR 14 in località "Bivio Tre Noci" (km 0+000), nel solo senso di marcia Malchina - Sistiana, dalle ore 9.30 alle ore 12.00.


Si ricorda inoltre che sugli anzidetti tratti di strada e nell’arco orario per ciascuno di essi indicato è istituito il divieto di sosta per tutti i veicoli su entrambi i lati della carreggiata.
Nei tratti viari che restano parzialmente aperti alla circolazione stradale è istituito altresì il divieto di sorpasso.

 

Sono esentati dall'osservanza delle predette limitazioni unicamente:

a) i mezzi dell'organizzazione che espongono apposito pass, che comunque dovranno procedere a velocità particolarmente moderata e con l'adozione di tutte le necessarie cautele;
b) i veicoli del servizio di soccorso sanitario;
c) i veicoli delle Forze di Polizia statali e locali e dei Vigili del Fuoco;
d) gli autobus della Trieste Trasporti che saranno impegnati a servizio della manifestazione;
e) i veicoli della Società AcegasApsAmga adibiti alla pulizia delle strade interessate alla manifestazione.


Il personale dell’ente organizzatore della manifestazione, sotto la direzione dei competenti organi di Polizia stradale e degli Enti proprietari delle strade garantirà la più efficace sorveglianza di tutto il percorso e provvederà al termine della gara alla tempestiva rimozione della segnaletica apposta al fine di consentire il più celere ripristino della circolazione veicolare.