stampa
  invia
FUORI CENTRI ABITATI

La domanda dovrà essere presentata almeno giorni 15 (quindici) dalla data prevista di inizio lavori.
Il posizionamento dovrà avvenire possibilmente su proprietà private, eventualmente su pertinenze stradali quali marciapiedi, banchine bitumate, aree verdi antistanti il fabbricato.
La gru o l’impianto di sollevamento durante le operazioni di carico e scarico non dovranno avere carichi pendenti o sospesi sulla proiezione orizzontale della sede stradale ed il braccio dovrà possibilmente essere sempre rivolto verso la proprietà privata, salvo nel caso di inattività, durante il quale dovrà essere reso libero per ragioni di sicurezza.
Nel caso di occupazione di proprietà stradale o di zone a verde antistanti il fabbricato, sarà necessaria la collocazione della segnaletica regolamentare secondo le norme del Codice della Strada e del Decreto Ministeriale del 10.07.2002 “Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalamento temporaneo”.
Dovranno essere rispettate le disposizioni del D.L. 9/04/2008 n 81 relativo alle misure di sicurezza nei cantieri. In particolare dovrà essere fornito il documento comprovante le verifiche periodiche dell’apparecchiatura.

Nel caso di necessaria occupazione della sede stradale (carreggiata bitumata) deve essere emanata Ordinanza di limitazione al traffico da parte della Friuli Venezia Giulia Strade Spa. In tale caso il Nulla Osta verrà rilasciato entro giorni 60 (sessanta) dalla data di ricevimento dell’istanza previo sopralluogo tecnico.

Dovrà essere indicato il periodo durante il quale sarà installata la gru o l’impianto di sollevamento. Qualora sorgano impedimenti o imprevisti alla normale conclusione dei lavori, le lavorazioni dovranno essere comunque concluse entro sei mesi dalla data di rilascio del Nulla Osta.
Durante il montaggio della gru o l’impianto di sollevamento non dovrà esser occupata la sede stradale per almeno due terzi della sua larghezza e comunque la parte di carreggiata occupata dovrà essere impegnata solo per il tempo necessario alle operazioni di carico e scarico.
Alla domanda dovranno essere allegate n. 3 copie di disegni, firmati da un soggetto avente diritto e potestà a sottoscriverli:
  1. Planimetria catastale di zona con evidenziata la proprietà della ditta richiedente;
  2. Planimetria quotata in scala 1:100 contenente la collocazione della gru o dell’impianto di sollevamento ed il suo raggio di azione;
  3. La sezione trasversale quotata in scala 1:100 della gru o dell’impianto di sollevamento e di tutta la sede della strada, con indicato: il bordo bitumato, il marciapiede, o la banchina, I'eventuale fosso, muro o scarpata stradale esistente, o la zona a verde;
  4. Documento comprovante le verifiche periodiche dell’apparecchiatura (D.Lgs 9/04/2008 n 81);
  5. Copia della ricevuta di pagamento di € 140,00 (centoquaranta) + IVA,  da effettuarsi mediante bollettino postale sul ccp 87170957 intestato a Friuli Venezia Giulia Strade SpA oppure con bonifico bancario sul C/C 100000006228 della banca Cassa di Risparmio Friuli Venezia Giulia codice Iban IT24 H063 4002 2101 0000 0006 228.
GRU DA CANTIERE O IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO IN GENERE IN CENTRI ABITATI

La domanda dovrà essere presentata almeno giorni 15 (quindici) dalla data prevista di inizio lavori.
Il posizionamento dovrà avvenire possibilmente su proprietà private, eventualmente su pertinenze stradali quali marciapiedi, banchine bitumate, aree verdi antistanti il fabbricato.
La gru o l’impianto di sollevamento durante le operazioni di carico e scarico non dovranno avere carichi pendenti o sospesi sulla proiezione orizzontale della sede stradale ed il braccio dovrà possibilmente essere sempre rivolto verso la proprietà privata, salvo nel caso di inattività, durante il quale dovrà essere reso libero per ragioni di sicurezza.
Nel caso di occupazione di proprietà stradale o di zone a verde antistanti il fabbricato, sarà necessaria la collocazione della segnaletica regolamentare secondo le norme del Codice della Strada e del Decreto Ministeriale del 10.07.2002 “Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalamento temporaneo”.
Dovranno essere rispettate le disposizioni del D.L. 9/04/2008 n 81 relativo alle misure di sicurezza nei cantieri. In particolare dovrà essere fornito il documento comprovante le verifiche periodiche dell’apparecchiatura.
Nel caso di necessaria occupazione della sede stradale (carreggiata bitumata) deve essere emanata Ordinanza di limitazione al traffico da parte del Comune.

In casi particolari e comunque quando la larghezza della sede stradale è inferiore a m. 5,60 sarà necessario un preventivo sopralluogo per la verifica dei luoghi. In tale caso il Nulla Osta verrà rilasciato entro giorni 60 (sessanta) dalla data di ricevimento dell’istanza.

Dovrà essere indicato il periodo durante il quale sarà installata la gru o l’impianto di sollevamento. Qualora sorgano impedimenti o imprevisti alla normale conclusione dei lavori, le lavorazioni dovranno essere comunque concluse entro sei mesi dalla data di rilascio del Nulla Osta.
Durante il montaggio della gru o dell’impianto di sollevamento non dovrà esser occupata la sede stradale per almeno due terzi della sua larghezza e comunque la parte di carreggiata occupata dovrà essere impegnata solo per il tempo necessario alle operazioni di carico e scarico.
Alla domanda dovranno essere allegate n. 3 copie di disegni, firmati da un soggetto avente diritto e potestà a sottoscriverli:
  1. Planimetria catastale di zona con evidenziata la proprietà della ditta richiedente;
  2. Planimetria quotata in scala 1:100 contenente la collocazione della gru o dell’impianto di sollevamento ed il suo raggio di azione;
  3. La sezione trasversale quotata in scala 1:100 della gru o dell’impianto di sollevamento e di tutta la sede della strada, con indicato: il bordo bitumato, il marciapiede, o la banchina, I'eventuale fosso, muro o scarpata stradale esistente, o la zona a verde;
  4. Documento comprovante le verifiche periodiche dell’apparecchiatura (D.Lgs 9/04/2008 n 81);
  5. Copia della ricevuta di pagamento di € 140,00 (centoquaranta) + IVA,  da effettuarsi mediante bollettino postale sul ccp 87170957 intestato a Friuli Venezia Giulia Strade SpA oppure con bonifico bancario sul C/C 100000006228 della banca Cassa di Risparmio Friuli Venezia Giulia codice Iban IT24 H063 4002 2101 0000 0006 228.